La Cooperazione Italiana sostiene l’’UNICEF Libano nella sua azione a favore dei bambini

Beirut, 8 dicembre 2020 – Il Governo italiano continua nel suo impegno a sostegno dei bambini più vulnerabili che vivono in Libano, anche attraverso un nuovo finanziamento a UNICEF di 3,5 milioni di dollari. Questi fondi permetteranno all’Agenzia delle Nazioni Unite di continuare nel suo impegno per sostenere le esigenze umanitarie di bambini e donne, realizzando programmi congiunti di istruzione e protezione dell’infanzia.

L’Italia garantisce il suo sostegno a UNICEF dal 2012, con un finanziamento complessivo di oltre 13 milioni di dollari per la realizzazione di interventi e programmi salvavita e per il miglioramento della qualità della vita dei bambini e delle donne in Libano.

Nicoletta Bombardiere, Ambasciatore d’Italia in Libano, ha dichiarato: “Con questo nuovo importante contributo, la Cooperazione italiana conferma il suo impegno nel settore dell’istruzione, puntando a garantire un ambiente sicuro e positivo in cui i bambini possano ricevere un’istruzione di qualità, e sviluppare capacità che costituiranno la base della società di domani. A tal fine sosteniamo una visione che metta la persona al centro della politica italiana degli aiuti”.

Donatella Procesi, Direttore di AICS Beirut, ha dichiarato: “Il finanziamento dell’Azione Umanitaria per l’Infanzia consente una risposta efficace ai bisogni immediati dei bambini e delle loro famiglie colpiti dalle conseguenze delle esplosioni avvenute a Beirut il 4 agosto 2020, in particolare nel Settori dell’istruzione e della protezione dell’infanzia”.

I fondi italiani serviranno a fornire mobili e attrezzature a 90 scuole pubbliche, per agevolare il rientro in classe dei bambini dopo l’esplosione di Beirut e contribuiranno al sostegno psicosociale e alla gestione dei casi per ragazze e ragazzi vittime di violenza, abuso, abbandono e sfruttamento.

“L’UNICEF continua a lavorare sul campo fornendo assistenza umanitaria e oggi i bisogni continuano ad essere immensi e acuti. Siamo grati per il prezioso e continuo sostegno del Governo italiano per fornire ai bambini l’accesso ai servizi di istruzione e protezione”, ha affermato Yukie Mokuo, Rappresentante dell’UNICEF in Libano.

Il fondo sosterrà anche attività come i servizi psicosociali, gestione dei casi e sessioni di sensibilizzazione a donne e ragazze a rischio di violenza di genere o sopravvissute ad abusi. Inoltre, ragazze e ragazzi avranno accesso ad attività di sostegno psicosociale basate sulla comunità, concentrandosi sui diritti dei bambini e sulle questioni relative alla protezione dei minori. I genitori beneficeranno anche della partecipazione a programmi e gruppi di sostegno genitoriale, comprese sessioni sulla gestione dello stress, l’importanza della famiglia nella scolarizzazione dei figli e e le conseguenze del lavoro minorile, dei matrimoni precoci e della violenza contro i bambini.

Per ulteriori informazioni, contattare:

Maya Outayek, UNICEF Libano: moutayek@unicef.org Tel: +961 70190634

Blanche Baz, UNICEF Libano: bbaz@unicef.org Tel: +961 03331874

Mauro Pompili, AICS Beirut: mauro.pompili@aics.gov.it Tel +961. 5.951376

Madonna El Hakim, Ambasciata d’Italia in Libano:

Posted in .

Lascia un commento