L’Italia sostiene il programma di pasti scolastici del WFP

L’importanza di lavorare per garantire a tutti i bambini che vivono in Libano due diritti fondamentali come la sicurezza alimentare e l’istruzione è stata al centro di un incontro tra l’Ambasciata d’Italia a Beirut, AICS e WFP.

L’incontro ha seguito di pochi giorni la ratifica di un nuovo finanziamento di un milione di Euro della Cooperazione Italiana a favore del programma alimentare scolastico realizzato dall’Agenzia delle Nazioni Unite nelle scuole pubbliche libanesi, frequentate da moltissimi bambini siriani. Dal 2015 l’Italia sostiene, con un finanziamento complessivo di 10.875.000 Euro, il programma di WFP.

L’iniziativa garantisce da un lato la distribuzione quotidiana di merende e dall’altro realizza sessioni di educazione alimentare per i più piccoli.  Dal febbraio 2020, da quando a causa dell’epidemia di Covid-19 la didattica a distanza ha sostituito la scuola in presenza, la distribuzione quotidiana delle merende si è trasformata in sostegno mensile alle famiglie con pacchi alimentari.  Questa rimodulazione dell’intervento ha consentito a oltre 130.000 persone di avere accesso ad alimenti primari e sani, senza gravare su un bilancio familiare già limitato.

Nel corso dell’incontro Abdallah Al-Wardat, Rappresentante del WFP in Libano, ha dichiarato che “l’Agenzia è molto grata al popolo e al governo italiano per questo generoso contributo che ha permesso a raddoppiare il numero di persone supportate dallo scorso dicembre.”

L’Ambasciatrice d’Italia, Nicoletta Bombardiere, ha ricordato che “L’Italia continua a sostenere la popolazione libanese, e ritiene che l’impegno per garantire diritti fondamentali, come l’istruzione e la sicurezza alimentare, ha la massima priorità nei suoi sforzi nel Paese. L’Italia, attraverso la partnership con il WFP, promuove una visione che pone i più deboli al centro della propria politica di aiuto”.

Per Donatella Procesi, Direttrice AICS di Beirut “L’accesso all’istruzione e al cibo sono due diritti fondamentali dei bambini e dei giovani. Oggi, in Libano, sono uno strumento essenziale per le nuove generazioni per costruire il loro futuro e quello del loro Paese. Con questo obiettivo, la Cooperazione Italiana sostiene il WFP”.

Posted in .

Lascia un commento